Caro Giorgio Chiellini…

In questi giorni si parla tanto della biografia scritta da Giorgio Chiellini, sono uscite diverse affermazioni, “stralci” come si usa dire in gergo.

Ma io mi chiedo :

Un giocatore ancora in attività ha necessità di scrivere una biografia?

Ma poi biografia di che cosa? io di Giorgio Chiellini ricordo qualche scudetto “vinto” alla Juventus con più polemiche che meriti.

Ricordo della sua straordinaria carriera nella Nazionale Italiana con la titolata (solo sui giornali Italiani e non per coppe o trofei vinti) BBBC che porto l’Italia ad essere eliminata da Nuova Zelanda ,Paraguay e Slovacchia, per poi essere parte integrante della mancata partecipazione della selezione azzurra agli ultimi mondiali.

Nei suoi racconti parla di Balotelli e dei suoi comportamenti, ma è corretto parlare male di un possibile compagno di nazionale di cui in caso di convocazione dovrebbe esserne il capitano?

Inoltre non fa mancare gli attacchi all’Inter dicendo di “odiare” l’Inter.

L’odio quel sentimento che è giusto tramandare alle tifoserie future, davvero un bel messaggio, tutto questo sempre detto da quello che è stato e forse sarà il capitano degli azzurri.

Non mancano le frecciatine anche ad Antonio Conte e cosi via, una serie di racconti che servono solo a creare qualche polemica e far sì che se ne parli.

Che io non sia d’accordo sullo scrivere una biografia quando ancora si è in attività penso si sia capito è come scrivere una storia di cui il finale ancora non esiste.

Però c’è un punto nella carriera di questo calciatore che mi spingerebbe a leggere questo libro, nella carriera del difensore bianco nero c’è un aneddoto di cui vorrei sapere la verità.

Cioè vorrei sapere perchè il signor Chiellini lascio il suo procuratore Paolo Bordonaro per affidarsi ad Alessandro Moggi e alla famosa Gea World , le malelingue dicevano che ci furono pressioni in tal proposito dove gli proponevano militanza alla Juventus di cui Moggi senior era Direttore e convocazioni nella Nazionale Italiana tramite la famiglia Lippi.

Questo è quello che realmente mi piacerebbe scoprire e leggere nella biografia di un difensore non ancora finito ma che pubblica un libro di memorie.

Dite che questa parte la troverò scritta?

Per adesso so soltanto tramite gli “stralci” che ha scritto che Moggi è stato un gran dirigente, penso che basti solo questo per NON mettere mani al portafogli e comprare questo “Libro”.

1 Commento

I commenti sono bloccati.