Crea sito

Continuiamo a far finta di niente.

Il campionato Italiano  2017/2018 volge al termine tra tre giornate, la sconfitta del Napoli a Firenze chiude qualsiasi speranza di rimonta da parte della squadra di Sarri apparsa mentalmente stanca, soprattutto dopo quanto successo il giorno prima a San Siro.

Nella sfida del Meazza vestito a festa con più di 75 000 spettatori paganti e milioni in tutto il mondo davanti alla Tv, è andata in scena l’ennesimo atto di distruzione all’amore per il calcio.

La Juventus giocando un calcio mediocre è riuscita a portare ormai il settimo scudetto consecutivo a casa dando sfoggio di tutta la sua forza politica più che sportiva.

Un campionato come gli altri sei pieno di polemiche arbitrali che nemmeno il nuovo arrivato  Var è riuscito a placare, prima odiato dai dirigenti, giocatori e tifosi bianconeri, poi osannato e ricercato dopo l’ennesima figuraccia Europea.

Inutile rimarcare tutte le decisioni arbitrali “strane” pro Juve, senza escludere anche alcuni atteggiamenti rinunciatari di alcune squadre minori durante l’arco del campionato.

La vera domanda è quanto siamo ancora disposti a far finta di niente?

Ogni settimana siamo costretti a vedere uno spettacolo già scritto senza rispetto per chi paga Pay Tv sempre più faziose e con copioni già scritti ad arte, per chi paga biglietti e per chi crede nello sport.

Calciopoli non è servito a nulla, ancora oggi siamo nella stessa situazione di 12 anni fà con la stessa squadra che detta legge fuori dal campo cosi da sistemare le cose dentro il campo, nel tempo non hanno cambiato il loro modo di fare ma hanno soltanto migliorato il modo di farlo.

Quanto siamo ancora disposti a far finta di niente?

Noi di Calcio Piazzato non siamo più disposti, la voglia di allontanarsi da questo calcio manipolato e corrotto è tanta , ma abbiamo deciso di continuare a dare voce a chi come noi non vuole più stare zitto e non piegarci al silenzio, continueremo a denunciare e rimarcare tutti gli aspetti che stanno portando alla rovina l’immagine dell’Italia e del Calcio Italiano.