Crea sito

Curva Juve, 12 arresti

Blitz della Polizia nella curva della Juventus: i capi e i principali referenti dei gruppi ultrà bianconeri sono stati arrestati nell’ambito di un’indagine coordinata dalla procura di Torino, che ha portato all’emissione da parte del gip di 12 misure cautelari. Ad essere stati arrestati, nell’operazione “Last banner”, sono i capi e i principali referenti dei gruppi “Drughi”, “Tradizione-Antichi valori”, “Viking”, “Nucleo 1985” e “Quelli… di via Filadelfia”.

In manette sono finiti oltre a Mocciola il suo braccio destro Salvatore Cava, poi Domenico Scarano, Umberto Toia (leader di Tradizione), Luca Pavarino, Sergio Genre. Per Fabio Trincchero, Giuseppe Franzo (presidente dell’associazione “Quelli di via Filadelfia”), Christian Fasoli e Roberto Drago sono stati disposti i domiciliari. Misura cautelare dell’obbligo di dimora invece per Massimo Toia e Massimo Corrado Vitale. Si tratta di tutti nomi molto conosciuti e “rispettati” negli ambienti del tifo organizzato bianconero. L’indagine è collegata alle precedenti della Mobile di Torino che avevano individuato le infiltrazioni ‘ndranghetiste in curva.