I 5 nuovi Fenomeni del Calcio

Messi, Ronaldo,Ibrahimovic,Lukaku,Pogba, sono le stelle del calcio mondiale, ma chi sono i campioni della nuova generazione?

Oggi vi proponiamo cinque nuovi calciatori che diventeranno i nuovi idoli del calcio.

Partiamo con Jadon Sancho, 20 anni, nato a Londra, gioca per il Borussia Dortmund con il quale ha già collezionato 69 presenze e 27 goal, gioca prevalentemente come ala destra e possiede una buona velocità. Abile nel dribbling e nelle ripartenze in contropiede, si dimostra inoltre un abile assist-man per i suoi compagni; è soprannominato The Rocket (in italiano il razzo) . In precedenza era di proprietà del Manchester City che lo vendette al Dortmund per 8 milioni di euro, rischia così di diventare il più grande errore di mercato di Pep Guardiola.

Sempre in Germania al Bayern gioca un altro duemila Alphonso Boyle Davies, nasce nel campo profughi di Buduburam, in Ghana, dove i suoi genitori erano stati costretti a rifugiarsi allo scoppio della guerra civile in Liberia. All’età di cinque anni, con la sua famiglia, si trasferisce in Ontario.

Ala, dispone di ottimi mezzi fisici e atletici, oltre che di buona tecnica e velocità. Cerca spesso di giocare uno contro uno vista la sua abilità nel dribbling. Può giocare anche da terzino per via delle sue buone capacità di copertura. Inoltre, ha un ottimo piede sinistro, il che gli consente di calciare o andare sul fondo per fare cross precisi per i compagni. La sua tecnica e la sua duttilità lo porteranno ad essere uno dei migliori esterni in circolazione.

Passiamo in Inghilterra, al Chelsea dove troviamo Mason Tony Mount ventuno anni, È un centrocampista completo, capace di giocare sia da mezzala che da trequartista. Abile negli inserimenti e in fase realizzativa, è dotato di grande visione di gioco e di una notevole tecnica individuale.  Cresce nelle giovanili della squadra Londinese, va un pò in giro in prestito, quando trova al Derby County, Frank Lampard che lo tiene con se quando passa al Chelsea facendolo diventare titolare con 29 partite e 6 goal. Predestinato a diventare una Bandiera dei Blues proprio come Lampard, ha già esordito in Nazionale timbrando il primo gol in 6 apparizioni con i tre leoni.

In Olanda invece troviamo una Punta di Ventuno anni Donyell Malen, come la maggior parte dei talenti olandesi cresce nelle giovanili dell’Ajax per poi passare in Inghilterra all’Arsenal dell’idolo Henry, ma il club Londinese contestato dai tifosi lo cede al PSV. Giocatore veloce e con un ottimo fiuto del goal, è una prima punta che ama però svariare su tutto il fronte d’attacco. Ha già esordito con gli Orange in due occasioni trovando subito il gol. Il nostro preferito, ne sentiremo parlare presto.

Infine torniamo in Germania per parlare del giocatore più promettente della nazionale Tedesca, Kai Havertz, ventunenne del Bayer Leverkusen, di piede mancino, si destreggia bene anche con il piede destro. Dotato di buona tecnica, è in possesso di buon dribbling e visione di gioco con cui fornisce assist ai compagni. Il suo fisico gli consente di essere bravo nei contrasti e nel difendere la palla, oltre che nel recuperare palloni. Molto duttile in campo si destreggia in vari ruoli, da centrale di centrocampo a trequartista ma può giocare anche come seconda punta e spesso come esterno destro. Ha già sulle spalle sette presenze con la nazionale e un gol.

Questi sono solo 5 dei futuri talenti di cui sentiremo parlare in futuro, ne mancano molti altri, possiamo citare Foden del City, il già famoso Haland del Dortmund, la qualità non manca nemmeno in Italia dove abbiamo i nostri Tonali del Brescia e Zaniolo della Roma, già affermati in nazionale.

Il futuro è loro, vedremo con il tempo se le promesse saranno mantenute.