Marco Marchionni: “La passione per il calcio mi spinge a continuare”

Oggi per le interviste di Calcio Piazzato, abbiamo avuto il piacere di parlare con Marco Marchionni centrocampista della Carrarese ed ex di Parma e Juventus.

Marco una carriera con alcune delle maglie più prestigiose del calcio italiano a quale sei più legato?

Diciamo che ogni squadra mi ha dato tanto, soprattutto mi hanno dato la possibilità di continuare a giocare ad altissimi livelli, forse quella a cui sono più legato è il Parma, dove sono cresciuto e diventato “grande” e dove comunque  ho passato 7 anni della mia carriera.

Hai giocato la serie B con la Juventus, come hai vissuto quella stagione?

Diciamo che é stato molto emozionante, perchè comunque giocavi sempre in una delle società più importante d’Italia anche se in serie B.

Io avevo firmato prima che succedesse tutto lo scandalo, quindi i si prospettava palcoscenici importantissimi e andavo a giocare in una squadra piena di campioni, ma poi “purtroppo” tutto cambiò e mi ritrovai in B, ma scelsi comunque di restare perchè avevo voglia di riportare la Juve dove meritava.

A me piacciono le sfide!

La nazionale, che ricordo hai della maglia azzurra?

L’esordio in nazionale è stato veramente emozionante, è l’obbiettivo che ogni giocatore ha,  esserci arrivato mi ha reso molto felice.

Sei sceso di categoria, non molti giocatori con una carriera come la tua deciono di giocare in serie C.

Cosa ti spinge dopo tanti infortuni a scendere ancora in campo anche senza i grandi stadi?

Semplice, la passione e l’amore  che ho per il calcio.

Qual’è il ricordo che porti nel cuore della tua carriera?

Sono due,la conquista dell’Europa League nel 2013 ma che poi  non abbiamo potuto disputare per il “fallimento”Parma e la Champions League con la Fiorentina, siamo stati l’unica squadra italiana ad arrivare primi nella fase a girone e quindi abbiamo disputato la competizione da protagonisti contro Liverpool e Lione.

Ringraziamo Marco Marchionni per il tempo e la disponibilità.
L.Maltese